.
Annunci online

 
questopazzomondo 
piedi per terra, e cuore fra le nuvole (EP)
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Quello che probabilmente, ora, sto ascoltando
Se non sono depressa ascolto questo però ;)
La Torre di Babele
Corriere della Sera
European Journalism Center
Ansa
Internazionale
Chronica.it
Blog Notes
Fotografare.net
Erasmus Times e-zine
Bomba TV
Ele
Sognatrice
Stefano
Brezza di lago
Views&News
Il piano C che sogno anch'io
Chi con le parole fa magie
Troppo vino altera i sensi
Vedorosso
Sergio
Ordinaria isteria
Ofyp
Ombra
Un conte
  cerca

Yahoo! Avatars

E così, forse, torneremo ad essere due estranei che per un momento hanno avuto la fortuna di accarezzare una scintilla, di scoprire qualcosa di bello nel fondere due anime e due passioni.
Due estranei che forse sono soltanto molto stupidi e testardi.





Quante cose che non sai di me
che non puoi sapere
anche mentre guardo il mare
e lascio naufragare
un principio di ironia


Nascondo questa stupida
allegria
quando mi guardi
Leggera nel cielo
si perde e
se ne va


Semplici e un po' banali
io direi quasi prevedibili
e sempre uguali
sono fatti tutti così
gli uomini e l'amore
e va bene
guida tu
che sei brava più
di me
attendo che sia amore


 

Diario | Immagini dal mio mondo | Qualcosa di personale | Stranezze | News |
 
News
1visite.

11 settembre 2008

Capo Nord -15

Non ho fatto in tempo a reagire al nuovo choc termico Dublino-Roma. Un'altra sfida mi attende. Io ancora non ci credo. Per lavoro mi mandano a seguire un viaggio ecologico a bordo di auto a idrogeno per 15 giorni... E la tratta è Venezia-Capo Nord, passando per Monaco, Berlino, Copenaghen, Stoccolma, Helsinki, fino ai confini della Terra a Nord.

E mentre faccio l'elenco delle cose da comprare (ci sono nel mezzo ben quattro cene di gala...) e visualizzo una valigia che non si chiuderà, ancora non ci credo che stia capitando a me.




permalink | inviato da questopazzomondo il 11/9/2008 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

13 marzo 2008

fiori d'arancio

Ma perché non ci abbiamo pensato prima...?

Cavaliere, scusi, mi dà il numero del cellulare di suo figlio?? x-( ma vada a quel paese...

### update ###
E sapete chi è più scandalosa di lui, cosa che mi offende terribilmente, come donna e come precaria...? LEI

### update ###
Grande Ele... Sottoscriviamo in massa please...




permalink | inviato da questopazzomondo il 13/3/2008 alle 15:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

31 ottobre 2007

Quando la seconda volta è quella giusta. SL/2

La prima volta non è mai la migliore. Nemmeno nello spazio metaforico di Second Life. Sono andate meglio la seconda e anche la terza, e prevedo netti miglioramenti nel prossimo futuro.

Tra un notiziario e un altro, con Gregory Peck in bianco e nero che fa capolino dietro di me e la tazza di the bollente con aggiunta di latte vi voglio parlare di alcuni bagordi da seconda vita. Perché se è vero che Second Life la conosco pochissimo è vero anche che il mio esordio non poteva avere ambienti e persone migliori al mio fianco.

Lo Scoprire Giocando di unAcademy ha funzionato. Si tratta di un "discovery game" (si replica il 14 novembre per chi vuole) pensato per i neofiti della seconda vita, che non sanno come destreggiarsi, né tantomeno teleportarsi e che hanno voglia di scoprire tutto quello che - gratis - si può avere in questo mondo. Da improbabili cinturoni blu a fibbia grigia, a estrosi abiti da sposa o camminate sexy. Sì, perché anche di camminate devi dotarti in SL. E la cosa divertente è che il tuo look è fondamentale e puoi dare libero sfogo ai tuoi desideri. Probabilmente se non fossi stata "obbligata" e spinta dal mio innato spirito di competizione avrei mollato dopo la prima mezz'ora. A farmi desistere anche gli helper di unAcademy. I primi trenta minuti sono stati rocamboleschi. Poi capisci la logica, impari che usare il search è un po' come cercare l'ago nel pagliaio con Google. (Sono sembrata tontissima, ma quello dipende dalla mia imbranataggine nella First Life. Nella seconda c'è rimedio pure a quella, pare).

Ma oltre all'aspetto ludico (e al fatto che ho vinto i 500 LindenDollars in palio ovviamente :P ) c'è l'aspetto formativo che non avevo considerato in SL (e chissà quanti altri ancora non ne considero) e che è il fiore all'occhiello di unAcademy. Dopo aver marinato il primo appuntamento (causa sensualissimo tanguero Julio Bocca a teatro), non sono potuta mancare al secondo. A lezione. Di nuovo. E stavolta le materie le scelgo io. Elvira, in gamba davvero (soprattutto molto chiara e paziente) spiega il diritto d'autore ad uso dei blog e dei blogger. Spiegare come avviene l'interazione a lezione... è più facile a provarsi che a dirsi ;).

E il prossimo appuntamento a cui parteciperò è questo.
Buona SL in branda larga a tutti :)




permalink | inviato da questopazzomondo il 31/10/2007 alle 17:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 ottobre 2007

impressionante

Dovete vederlo. Avrete capito che amo la danza. E' a Roma, al Sistina, per l'ultima tourneé della sua carriera e ne vale davvero la pena.

Per quanto mi riguarda... Confusione :) Belle emozioni. Incoscienza. Corpo che si sveglia. Musica che entra. Consapevolezza. Delusioni. Sogni. Difficoltà ad articolare suoni, parole, sensazioni.




permalink | inviato da questopazzomondo il 24/10/2007 alle 1:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

28 agosto 2007

No more Moore, please

Era un mio "idolo", però almeno per un po' non me lo nominate ok? A volte mi convinco di non avere spalle sufficientemente larghe e lingua tenacemente lunga per fare questo mestiere. Che poi, come dice qualcuno, è l'unico che so fare ed e' l'unico che voglio fare. Non mi trovo a mio agio con il mondo dello spettacolo, dello star system. Si dice tra colleghi che quelli che si occupano di cultura siano i giornalisti peggiori. E credo che tutto sommato le dicerie siano vere. Parecchi sono arroganti, altri hanno abbondantemente superato la soglia sopportabile di cinismo. E di quelli arroganti molti sono ignoranti il che è tutto dire. Altri sono semplicemente diventati stronzi e a volte non saprei come dar loro torto dato che hanno a che fare con una serie di personaggi non proprio affabili (a loro volta incattiviti da certi giornalisti e da una vita che non gli appartiene più).

L'intervista face-to-face con Michael Moore, a Roma per presentare il suo ultimo lavoro "Sicko", non è stata tanto entusiasmante. Non c'è stata quella stretta di mano che avrei voluto dargli per ringraziarlo di alcuni lavori. Ha visto quella giovane, inesperta e timida. Timida abbastanza da renderla oggetto di una pesante ironia. Peccato perché la mia situazione di precaria (spero di avere un futuro brillante nel precariato) poteva interessargli di sicuro per una delle sue storie, lui che si erge a paladino degli indifesi e dei deboli. Comunque, a lui posso perdonare anche lo smacco subito. Però per un po', no more Moore please.




permalink | inviato da questopazzomondo il 28/8/2007 alle 19:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

29 giugno 2007

live blogging

Visitate NetTv di Tommaso Tessarolo. C'è la diretta dall'Ansa, ci sono anch'io sullo sfondo. Lavoro lì ;)




permalink | inviato da questopazzomondo il 29/6/2007 alle 12:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

19 giugno 2007

blogosfere

Si chiama Blogle ed è una webzine nata per i blogger e su i blogger. L'idea non mi sembra malvagia, ora è soltanto al primo numero e bisognerà guardare ai contenuti scelti e proposti.
Looking forward...




permalink | inviato da questopazzomondo il 19/6/2007 alle 21:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

16 giugno 2007

Chiedo aiuto agli internauti

Non posso spiegare i dettagli ora, ma se siete interessati appena potrò lo farò... Per motivi di lavoro/giornalistici ho bisogno di un piccolo aiuto per stilare una lista di blog affidabili e ben curati su temi tecnologici, che riguardino in particolare le Information and Communication Technologies, Internet, le Telecomunicazioni, l'informatica e l'elettronica in generale...
Qualcuno ha voglia di darmi un consiglio o di segnalarmi blog? Ovviamente qualsiasi piattaforma, e non necessariamente italiani anche se con preferenza per questi ultimi e per i "blog d'autore".
Grazie mille in anticipo a chi vorrà aiutarmi ;)

22 aprile 2007

Resistere

Comunque, dio o chi per lui benedica Enzo Biagi. Bentornato. Bentornato. Bentornato. Sì un'interruzione tecnica durata cinque anni, chiamiamola così. Con la sua ironia impareggiabile. Belle le parole dell'art. 21 della Costituzione scolpite nella sigla. Bello il tema della prima puntata. Gli ospiti e i servizi. Grazie Enzo.




permalink | inviato da il 22/4/2007 alle 22:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

17 aprile 2007

Voglia di.

L'alba di domani ci sorprenderà, addormentati e ancora abbracciati. A mio padre basterebbero due pennelli e tre colori per dipingere l’angolo che spunta dalla mia finestra. Dello stesso sogno ci trasporterà oltre i confini piu' segreti. Setole doppie e punta fine. Forse un nuovo mondo ci riceverà. A me invece servirà il solito numero spropositato di fonemi. Senza parole, né paure. Giallo, nelle tonalità ocra, marrone e violentato dal rosso. Il nostro sguardo attraverserà dei desideri la profondità. Per il cielo che volge a uno strano tramonto perlato di pioggia e lampi. Sulle pareti del palazzo coperto dal glicine stecchito. Parla con me. Aspettando che spunti il giorno. Non  c'è niente che conta intorno. Verde. Nei contorni di un pino marittimo, fra gli orli della rampicante poco gentile. Ma la tua voce ancora un po' incerta non sa, quello che gli occhi ridendo confessano già. Blu. I profili delle cose. I profili degli interni e dei volti hanno sempre un filo di blu che ne parla con pazienza. Non dirmi no. Certe zone delle tua mente che ora non sai si dischiudono lentamente. Ombre e luci abbozzate si confondono con le linee sinuose dei rami. E se non ti fa paura potrai guardare la tua natura nell'alba di domani. Rileggo le parole di Sara quando aveva sette anni. Voleva soltanto ballare e conoscere il mondo. Questo desiderio che ci prende è un vortice lento. Un fuoco diverso. Chissà con quali occhi castani avrebbe consumato le righe di Sara diciotto anni dopo. Fallo divampare. Non ci brucerà. Perché la vertigine è l'instabilità. Quale sorriso al turbine di emozioni fra limbo e inverni senza il bianco. La tua voce ancora un po' incerta non sa, quello che gli occhi ridendo confessano già. Mai dire no a certe zone della propria mente. E se si schiudono lentamente, assecondale con dolcezza.




permalink | inviato da il 17/4/2007 alle 1:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

15 marzo 2007

Fotografia e Sport. In bocca al lupo!

Un mondo duro, dove la fatica si mescola spesso alla necessaria solitudine dell'atleta. Dove, malgrado le famosissime parole di De Coubertin, la tensione per raggiungere la vittoria spinge all'estremo le potenzialità umane, avvalendosi delle più innovative scoperte tecnologiche. Ma anche un mondo dalle innumerevoli declinazioni, tante quante le discipline che lo compongono. Antiche, come l'atletica, o più recenti, come il ping pong.  Tutte, a modo loro, affascinanti.


Sì. Faccio un po' di pubblicità, per una volta. Visitate www.fotografare.net. È il frutto del lavoro di une delle persone a cui tengo di più. Frutto di passione e sacrifici.

A te, stellina, in bocca al lupo per domani. Sarò lì ad abbracciarti :)




permalink | inviato da il 15/3/2007 alle 20:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

21 febbraio 2007

Digital Divide

A voi pare possibile che nel XXI secolo, in una città come Roma, in un quartiere centralissimo, due ex studentesse attivano un contratto Fastweb, vengono i tecnici ad installare il tutto e scoprono, oibò, che la centralina Telecom del loro palazzo è SATURA? Quindici linee per tredici appartamenti... (la linea del tuo chi l'ha presa??)
Il tutto mentre le ex studentesse scoprono che è quasi in atto una crisi di Governo...

oggi mordo...

Dimenticavo... un brindisi al Digital Divide, all'Obiettivo di Lisbona - chiamiamola pure Strategia - e pure all'Information Society

Ultimi aggiornamenti: pare sia una cosa non impossibile anche se rara... - se dice sfiga, dice sfiga -. La responsabilità finale? Ovviamente del gestore dell'ultimo miglio... Telecom Italia, che dovrebbe prontamente ampliare la rete quando si saturano i doppini e garantire a tutti quel servizio universale di cui si propugna garante. Tempi di realizzazione? I tecnici mi hanno alzato le spallucce... e se ne sono andati.




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 17:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

21 febbraio 2007

Blog: quale rapporto con la politica italiana?

Un assaggio...




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 1:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

24 dicembre 2006

Fotogrammi



Perdonate le assenze e i pensieri. Auguro un Natale sereno a tutti.
Con un'immagine che amo di Roma. Un sorriso.




permalink | inviato da il 24/12/2006 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

12 dicembre 2006

Occhi grandi e neri

Quest'occhio socchiuso è stato la cosa più bella che ho visto quest'anno e che mi ha regalato gioie enormi.

Elisa oggi compie un anno.
Ha davanti a sé l'esempio di una grande donna come mamma.
Un augurio a entrambe per questo primo importante traguardo
e per gli altri che verranno.


Vi voglio proprio
un bene folle :)

PS: un bacio anche al papà ;)




permalink | inviato da il 12/12/2006 alle 15:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

24 settembre 2006

Giornalismo

Ho appena finito di guardare Report. Finalmente ricomincia uno dei pochi, pochissimi programmi che si riesce a guardare dall'inizio alla fine in televisione contenti che la televisione esista.
La trovo una delle migliori forme di giornalismo che ci siano oggi in Italia.

Sul contenuto della puntata, beh sono senza parole, rammaricata soltanto di non essermi informata prima, adeguatamente, sulla "teoria della cospirazione". Ho uno stimolo in più ad informarmi ora.

Questa puntata mi ha fatto tornare in mente un libro interessante che ho letto di recente; era per un esame, ma lo rileggerei mille volte: si intitola "Ultime notizie. Indagine sulla crisi dell'informazione in Occidente. I rischi per la democrazia", l'autore è Roberto Reale ed è edito da Nutrimenti (2005). Evidenzia alcune pecche di alcuni grossi operatori dell'informazione occidentali. E il nesso che esiste tra una stampa che sia libera davvero, un'opinione pubblica correttamente informata... o disinformata, e la democrazia. Buona lettura, e buonanotte :)




permalink | inviato da il 24/9/2006 alle 23:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

14 agosto 2006

La spina dorsale dello stivale

Vi consiglio caldamente questo reportage a puntate su Repubblica, che si può leggere anche sul sito del quotidiano, del giornalista Rumiz. Mi piace moltissimo il suo modo di scrivere. E soprattutto... lo invidio moltissimo perché è quel tipo di giornalista che vorrei diventare io.

Come mai mi sono decisa soltanto ora? Beh... perché la tappa di oggi è nella mia regione. Vivo e lavoro a Roma. Ma sono due giorni che sono qui e... l'aria di montagna a cui non sono più molto abituata mi fa quasi girar la testa. Per certi versi è inebriante. Per chi seguirà il mio consiglio... buona lettura e... a tutti... buon ferragosto!

Appennino. Il cuore segreto di Paolo Rumiz su Repubblica




permalink | inviato da il 14/8/2006 alle 10:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

26 luglio 2006

Il canto dei deserti

«Il deserto, uno dei luoghi più silenziosi del nostro pianeta, nasconde un "canto" impercettibile al quale solo recentemente è stata data una spiegazione che verrà pubblicata sul prossimo numero di Physical Review Letters. Si tratta del canto che producono le dune. Parrà strano, ma le dune emettono suoni. Quelle di Sand Mountain in Nevada cantano note nella tonalità di Do maggiore, due ottave sotto il Do centrale. Nel deserto cileno le dune cantano nella tonalità di Fa maggiore, mentre le dune del Marocco cantano in Sol minore. Parola dei ricercatori del Centro Nazionale per le Ricerche Scientifiche di Parigi. [...] "Lo scontro tra in grani di sabbia prodotti anche da un semplice calpestio porta poco a poco a sincronizzare tutti i granelli di sabbia fino al punto da far vibrare l'intera duna come fosse un altoparlante di un impianto stereo. E la nota che ne esce dipende principalmente dalle dimensioni dei grandi di cui è composta una duna", spiega Stéphane Douady del centro per le ricerche scientifiche francese. Le ricerche sono state condotte sia sul campo, registrando i suoni, sia in laboratorio, dove si è potuto analizzare il comportamento dei singoli granelli di sabbia. Certo è che le dune non sono dei veri e propri strumenti musicali, ma il risultato è identico. Il più bel canto? "Proviene dalle dune dell'Oman. È un suono davvero pulito. È come se qualcuno lo producesse cantando", spiega Douady. E quando cantano tutte insieme producono un concerto che interessa un po' tutto il pianeta».
di Luigi Bignami, Repubblica.it, 25 luglio 2006




permalink | inviato da il 26/7/2006 alle 18:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo