.
Annunci online

 
questopazzomondo 
piedi per terra, e cuore fra le nuvole (EP)
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Quello che probabilmente, ora, sto ascoltando
Se non sono depressa ascolto questo però ;)
La Torre di Babele
Corriere della Sera
European Journalism Center
Ansa
Internazionale
Chronica.it
Blog Notes
Fotografare.net
Erasmus Times e-zine
Bomba TV
Ele
Sognatrice
Stefano
Brezza di lago
Views&News
Il piano C che sogno anch'io
Chi con le parole fa magie
Troppo vino altera i sensi
Vedorosso
Sergio
Ordinaria isteria
Ofyp
Ombra
Un conte
  cerca

Yahoo! Avatars

E così, forse, torneremo ad essere due estranei che per un momento hanno avuto la fortuna di accarezzare una scintilla, di scoprire qualcosa di bello nel fondere due anime e due passioni.
Due estranei che forse sono soltanto molto stupidi e testardi.





Quante cose che non sai di me
che non puoi sapere
anche mentre guardo il mare
e lascio naufragare
un principio di ironia


Nascondo questa stupida
allegria
quando mi guardi
Leggera nel cielo
si perde e
se ne va


Semplici e un po' banali
io direi quasi prevedibili
e sempre uguali
sono fatti tutti così
gli uomini e l'amore
e va bene
guida tu
che sei brava più
di me
attendo che sia amore


 

Diario | Immagini dal mio mondo | Qualcosa di personale | Stranezze | News |
 
Diario
1visite.

4 gennaio 2010

così

Un pomeriggio di assoluto riposo, con il te scuro ai frutti di bosco fra le mani, sui polpastrelli il sale del Mar Morto alla vaniglia e al cocco. Una guida alta così da studiare nei minimi dettagli per il prossimo viaggio. Tre libri in attesa sul comodino, un paio di progetti "multimediali" da rifinire e mettere in pratica. Brochure di scuole di lingua, un paio di propositi per mantenere la linea (riaverla piuttosto) e per sperimentare in cucina.

Il nuovo anno del "senza un lavoro fisso - parte seconda" è cominciato oggi ed ha avuto inizio così. Non so, ma lavorare a tempo pieno da aprile mi aveva dato la malsana impressione di avere un lavoro a tempo indeterminato e la discutibile follia di fare progetti a lungo termine che rimarranno nel cassetto ancora parecchio.

Intanto c'è stato ancora da discutere col digitale terrestre: giuro che se dopo che perdo ore per ordinare i canali mi si impalla ancora chiedendomi di rifare la scansione dei canali m'incazzo sul serio! Beati voi che scegliete ancora in analogico di non guardare la tv!




permalink | inviato da questopazzomondo il 4/1/2010 alle 22:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        settembre